Cecile Kyenge è il nuovo ministro per la Cooperazione internazionale e l’Integrazione

29 aprile 2013

Cecile Kyenge è il nuovo ministro per la Cooperazione internazionale e l’Integrazione.
Medico di origine congolese, deputata del Pd, 48 anni, nel 2011 organizzò il primo “sciopero” degli immigrati. Chiede la cittadinanza per jus soli, il superamento dei Cie e l’abolizione del reato di immigrazione illegale. Proteste della Lega.

È Cecile Kyenge il nuovo ministro della Cooperazione Internazionale e dell’Integrazione. La deputata, eletta nelle file del Pd, ha giurato ieri insieme ai colleghi del Governo presieduto dal premier Enrico Letta. Si tratta del primo rappresentante di colore nell’esecutivo della storia italiana.
Il neo-ministro ha 48 anni, è sposata e ha due figlie. Nata nella Repubblica Democratica del Congo (Kambove), è un medico oculista. È stata anche consigliere provinciale a Modena e responsabile regionale PD delle politiche dell’immigrazione. E proprio i diritti dei migranti, i diritti umani e quelli di cittadinanza rappresentano l’ambito politico nel quale l’onorevole Kyenge si è spesa maggiormente negli ultimi anni. Nel 2011 organizzò lo sciopero dei migranti.
Kyenge succede al ministro Andrea Riccardi che, salutando, si era augurato che venisse confermato il dicastero dedicato all’Integrazione.
“Sono soddisfatto del lavoro svolto, – ha dichiarato Riccardi, – nel Paese c’è un atteggiamento più positivo verso gli immigrati e una sensibilità più aperta nei confronti della cooperazione internazionale, che ha conosciuto in questi ultimi mesi un significativo rilancio”.
La neo-ministra ha affermato che tra le priorità della sua azione di governo ci sarà la modifica della legge sulla cittadinanza, per renderla quanto più vicina possibile al principio dello jus soli, e la riforma strutturale del Testo unico dell’immigrazione per abrogare il reato di immigrazione illegale e per superare i Centri di identificazione e espulsione.
Dichiarazioni che hanno creato il primo problema politico per il nuovo Governo. Il segretario della Lega Roberto Maroni ha fatto un appello all’alleato Angelino Alfano, ministro dell’Interno, affinché si esprima sulle idee del ministro dell’Integrazione. “Chiedo ad Alfano di dire esplicitamente cosa ne pensa”, ha detto Maroni.
(Red.)

Immigrazione oggi

http://www.immigrazioneoggi.it/daily_news/notizia.php?id=005272

Annunci

About brescia aperta e solidale

Il progetto è rivolto all'intera cittadinanza del Comune di Brescia, per coinvolgere le associazioni di immigrati e le diverse realtà che operano sul territorio (parrocchie, gruppi, etc.) nell'ambito dell'accoglienza dei migranti e del dialogo tra culture.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: