Lo SVI da Kapedo a Brescia

È passato più di un mese da quando lo SVI si è definitivamente installato a Kapedo per l’apertura del nuovo progetto. Dopo aver attraversato lunghi anni, da Namalu a Iriiri, la storia in Karamoja continua.

A cura di Fabio Poli

Acqua corrente? C’è!
Energia elettrica? c’è!
Camere, ufficio, cucina, bagno? Ci sono! Un po’ da sistemare, ma ci sono!
Pick up e motoretta? Ci sono!
Staff animatori? Quasi al completo!
Ah già, anche il volontario c’è!
A Kapedo c’è tutto quello che serve per iniziare.
E allora iniziamo!

La presenza SVI in Karamoja continua e si rinnova, con la consapevolezza di essere solo un esempio e che il mondo non si cambia in pochi anni.
Certo, come per Namalu e Iriiri tante persone miglioreranno le proprie condizioni di vita e forse la natura riceverà un piccolo contributo alla sua silenziosa lotta di sopravvivenza; ma ciò che più conta è che, ancora una volta, ci siamo.
Siamo ancora un esserci che crede e prova a rinnovarsi, un esserci che, nonostante tutto, resiste!

Il primo mese a Kapedo è passato pieno di questa visione.
È stato un mese di incontri.
Abbiamo visitato le cinque scuole del progetto, incontrato le comunità, condividendo un piano di lavoro e collaborando alla prima organizzazione delle attività. Abbiamo selezionato lo staff (i nostri nuovi animatori locali), fatto riunioni coi rappresentanti governativi, preparato carte e cartacce per la buona vecchia burocrazia: registrazioni, accordi e altre robacce, comunque necessarie.
Nel frattempo abbiamo iniziato a strutturare la sede che ormai sta assumendo una forma, oltre che simpatica, funzionale e accogliente.

Insomma, le cose vanno bene ed è subito tempo di pensare al prossimo passo.
Molto presto i nuovi animatori parteciperanno a un corso a Iriiri dove saranno i vecchi, attraverso la loro esperienza, a iniziarli alla vita e ai concetti dello “SVI Karamoja”.
Selezioneremo centoventi agricoltori da coinvolgere nel progetto e inizieremo coi primi acquisti importanti: sementi, attrezzi agricoli e piantine.
Poi, dopo puntuali consegne, non ci resterà che aspettare la pioggia!

Le cose citate sono tante, ma non fatevi ingannare: qua si va avanti senza fretta e senza ansia.
Il condividere non contempla la velocità; ha bisogno di tempo e pazienza, proprio come l’ascolto e l’essere ascoltati.

UGANDA
KAPEDO E KARENGA – KARAMOJA
Ristrutturare la futura sede del progetto di Kotido – € 10.000

Lo SVI, presente in Karamoja dal 1984, ha ricevuto una richiesta di aiuto: a nord di Iriir, la diocesi di Kotido ha messo a disposizione un edificio, che però necessita di ristrutturazioni.

Grazie al tuo aiuto potremo sostenere questo nuovo progetto a favore dei contadini karimojong!

Preso dal sito:

http://www.svibrescia.it/svi/cms-story.htm?id=UGANDA2_2013

Annunci

Tag:, ,

About brescia aperta e solidale

Il progetto è rivolto all'intera cittadinanza del Comune di Brescia, per coinvolgere le associazioni di immigrati e le diverse realtà che operano sul territorio (parrocchie, gruppi, etc.) nell'ambito dell'accoglienza dei migranti e del dialogo tra culture.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: